Umani
 


Cenni Storici
:

Detti i Secondogeniti di Il¨vatar, gli Uomini furono il secondo popolo a calpestare il suolo della Terra di Mezzo. Essi possiedono il Dono degli Uomini: di natura mortale, a differenza degli Elfi, sono destinati ad abbandonare del tutto questo mondo, godendo al fine del riposo eterno.
All’inizio dei loro giorni si schierarono con le forze dell’Oscuro Sire, sedotti dalle sue lusinghe, contro i Valar. Per tale ragione solo a pochi di loro fu concesso di raggiungere le lucenti spiagge delle Terre Immortali.

Delle prime stirpi degli Uomini, la pi¨ nota Ŕ quella degli Edain. BenchÚ tale termine indicasse inizialmente l’intera razza degli Uomini, gli Elfi chiamarono cosý coloro che avevano combattuto al loro fianco contro Morgoth durante la Guerra dell’Ira al termine della Prima Era della Terra di Mezzo. Per i loro servigi prestati agli Elfi e ai Valar, gli Edain ricevettero in dono la sovranitÓ su di una terra a metÓ strada tra Valinor e la Terra di Mezzo, l’isola di N¨menor (Terra dell’Ovest) e da allora vennero chiamanti N¨menoreani (Uomini dell’Ovest).
Ad essi vennero concessi privilegi inimmaginabili per gli altri Uomini, come una vita lunga e la possibilitÓ di decidere il momento della propria morte. In N¨menor regnarono fino al termine della Seconda Era quando, corrotti da Sauron l’Ingannatore, i N¨menoreani osarono sfidare i Signori di Valinor i quali, per punire la loro superbia, decretarono la distruzione dell’isola a cinque punte. Solo ad un piccolo gruppo, guidato da Elendil e dai suoi figli, Isildur e Anarion, fu concessa la salvezza e di raggiungere le coste della Terra di Mezzo. Essi fondarono in seguito i regni di Gondor e Arnor, e combatterono contro Sauron nell’Ultima Alleanza con gli Elfi. Con la caduta del Regno di Arnor e la rottura della stirpe reale di Gondor, i pochi N¨menoreani rimasti sparirono quasi del tutto dalla Terra di Mezzo, fondendosi con le altre stirpi dell’Ovest.

Molti degli Uomini rimasero tuttavia fedeli al Signore delle Terre Oscure, nelle vastitÓ della Terra di Mezzo: Esterling, abitanti delle terre Orientali; Haradrim, abitanti delle terre Meridionali; N¨menoreani Neri, gli Uomini che anche dopo la distruzione di N¨menor rimasero servi dell’Oscuro Signore, e anche dopo la sua dipartita conservano odio e rancore dentro di loro.
___________________________________________________________

Gondoriani



Il loro regno, Gondor, fu fondato da Isildur e Anßrion, i figli di Elendil, dopo la caduta di N˙menor. Esso Ŕ posto a sud di Rohan e ad ovest di Mordor. Il nome significa "terra di pietra", dall'elfico Sindarin, ed Ŕ chiamato cosý a causa dell'Ered Nimrais (Monti Bianchi) e delle altre catene montuose che vi si trovano. Minas Tirith Ŕ la capitale e la lingua di Gondor, abbandonato il Sindarin dei tempi di Numenor, Ŕ L'Ovestron, che Ŕ anche l'idioma pi¨ diffuso e comune nell'intera Terra di Mezzo.

Caratteristiche Fisiche

La loro stirpe, originariamente quella dei Dunedain, figli di N¨menor, finý per incrociarsi con diverse etnie, lasciando del vigore e della saggezza dei Numenoreani solo una parvenza in alcuni, e quasi pi¨ nulla in tutti gli altri. Ma ci˛ nonostante il regno di Gondor gode ancora dei migliori guerrieri della Terra di Mezzo, mediamente alti e dallo sguardo fiero, dotati di un coraggio e di una dedizione al loro sovrano davvero invidiabili. La carnagione Ŕ chiara, i loro capelli scuri cosý come gli occhi, anche se, ormai, non sono pi¨ cosý rari i Gondoriani dalle tinte pi¨ chiare, come il castano.

Altezza media : 175 - 195 cm
Maschi 175 - 195 cm
Femmine 160 - 185 cm

Psicologia, Stile e Comportamento

Dopo l'incoronazione di Aragorn, che significava riunire al trono una dinastia che era stata spezzata, e sostituita da decenni di Sovrintendenza, nei cuori dei Gondoriani si Ŕ riaccesa la fiamma e la passione per i propri vessilli e la gloria del regno. Ogni Gondoriano Ŕ fiero di poter cantare delle origini del suo popolo e delle gesta che i propri avi hanno compiuto in numerose battaglie, comprese le recenti carneficine della Guerra dell'Anello, della quale gli anziani ancora in vita possono raccontare ai figli. Ora pi¨ che mai il popolo si sente forte e capace di difendere i propri confini, nonostante le creature del male e uomini corrotti affollino ancora caverne e foreste al di fuori del loro controllo.
Grande Ŕ la loro spiritualitÓ, che ruota attorno ad importanti luoghi di culto e di conoscenza degli antichi splendori. Il loro particolare rapporto con i caduti Ŕ spiegabile dalla qualitÓ e dall'aspetto maestoso dei cimiteri e delle loro marmoree camere ardenti.
Dal punto di vista bellico, i guerrieri di Gondor prediligono l'uso di lucenti armature raffiguranti l'albero bianco e le stelle a cinque punte, stemmi del regno. Lunghe spade, picche e scudi di varia misura, ed elmi affusolati di ottima fattura. Gli arcieri non mancano, soprattutto nel corpo speciale dei Raminghi dell'Ithilien, instancabili e discreti guardaboschi ai confini del Regno, gran conoscitori delle terre e maestri di tiro. Le Guardie della Cittadella controllano e difendono i sette livelli della Capitale, ed un esercito quanto mai numeroso Ŕ pronto per respingere eventuali invasioni.
I semplici cittadini svolgono i lavori pi¨ disparati, ma alcuni lavori rientrano tra le attivitÓ che il popolo svolge al meglio. Giardinieri, locandieri, conciatori, maniscalchi e lavoratori del marmo.

Capitani di Gondor durante la Guerra dell'Anello:
B˛romir, figlio di DŔnethor, caduto ad Amon Hen nel 3019 III.E.
FÓramir, figlio di DŔnethor, ora Principe dell'Ithilien.
Aragorn, figlio di Arathorn, Re di Gondor.

Allineamento generico: Legale/Buono

___________________________________________________________

Rohirrim (Uomini di Rohan)


Chiamano sÚ stessi "Eorlingas", cioŔ "figli di Eorl", un popolo principalmente di pastori e agricoltori. Il loro regno, Rohan, chiamato anche Mark dai suoi abitanti, Ŕ un territorio situato sul confine nord di Gondor nella Terra di Mezzo. Conosciuto per i suoi cavalli e per la sua cavalleria, Ŕ il pi¨ importante alleato di Gondor. La capitale di Rohan Ŕ il forte di Edoras che si trova sulle pendici dei Monti Bianchi. Un'altra grande cittÓ di Rohan Ŕ Aldburg, capitale dell'Estfalda e prima capitale del regno, fondata da Eorl il Giovane, dopo aver pronunciato il suo giuramento a Gondor. Molti Rohirrim in seguito alla disfatta di Sauron poterono riallacciare stabilmente rapporti con Gondor, finendo per recarsi molto pi¨ spesso a Minas Tirith, lavorandovi e prestandovi anche servizio militare. Ad ovest di Rohan risiedono i Dunlandiani, con i quali il popolo di Edoras Ŕ sempre stato in conflitto per questioni territoriali.

Caratteristiche Fisiche

Alti ma in media non come i loro alleati Gondoriani, i Rohirrim si differenziano fisicamente per i capelli, perlopi¨ biondi, e le barbe quasi rossastre. I tratti somatici del volto sono pi¨ marcati, e spesso appaiono pi¨ vecchi di quello che sono, data la loro vita essenzialmente in sella tra immense praterie di erba alta resa lucente dai raggi del sole.

Altezza media : 170 - 190 cm
Maschi 170 - 190 cm
Femmine 160 - 180 cm


Psicologia, Stile e Comportamento

I Rohirrim sono famosi per essere abili cavalieri, padroni e allevatori di cavalli. Tra i cavalli dei Rohirrim sono piuttosto conosciuti i Mearas, i cavalli pi¨ nobili e pi¨ veloci che abbiano mai cavalcato su Arda; ne esistono solo in due o tre famiglie, in quanto sono di proprietÓ e vengono cavalcati esclusivamente dalla famiglia reale.
Tengono ai loro cavalli quasi come ai loro stretti congiunti, e questi forti e belli animali costituiscono per loro un' importante risorsa economica: tuttavia li cedono solo a Uomini o Elfi fidati, mai ai loro nemici.
Non sono certo i pi¨ saggi tra gli uomini, nŔ i pi¨ colti o eleganti, anzi il pi¨ delle volte la loro reputazione di gente ruspante e bucolica li precede, ma la loro strategia di guerra a cavallo non ha rivali.

Allineamento generico: Neutrale/Buono

___________________________________________________________


Dunlandiani

Il Dunland Ŕ Ŕ un territorio caratterizzato da colline brulle che si trova a sud dell'Eregion, ed Ŕ delimitata ad est dalle Montagne Nebbiose e dalla foresta di Fangorn e a sud-ovest confina con la regione dell'Enedwaith, dalla quale Ŕ separata tramite l'Antica Via Sud.
Il Dunland Ŕ la regione in cui durante il regno di Tar-Aldarion (Re di Arnor nel 883-1075 II.E.) iniziarono a vivere gli Uomini chiamati Dunlandiani, bassi e scuri di capelli, che sembra discendano dalla Casa di Halet, rendendoli lontanamente imparentati con i D˙nedain.

Alla fine della Seconda Era, queste genti (e la loro terra) divenne nota tra i D˙nedain e gli Eldar come "Enedwaith", che significa sia "Popolo di Mezzo" che "Regione di Mezzo", poichÚ essi dimoravano tra i due nuovi stati fondati dai N˙menˇreani, Gondor e Arnor.
Gli Enedwaith furono largamente ignorati dagli altri popoli, anche a causa del profondo odio che provavano verso i N˙menˇreani, e rimasero isolati per tutto il restante corso della loro storia, tant'Ŕ che non impararono nemmeno l'Ovestron.
Nel Dunland, a guardia della Breccia di Rohan, c'era la fortezza di Isengard, dove vigilavano su Gondor alcuni guardiani, di sangue Dunlandiano, che divennero ostili a Gondor.
Per rimediare a questa situazione, furono date a Saruman le chiavi di Orthanc affinchÚ vigilasse su Isengard per conto di Gondor.
Saruman si servý in futuro della storica ostilitÓ dei Dunlandiani verso i Gondoriani per avere da loro supporto durante la Guerra dell'Anello; li condusse infatti assieme al suo esercito di Orchi ed Uruk-hai nuovamente al Fosso di Helm, nel 3019 T.E., dove si batterono contro i Rohirrim.
Dopo una strenua resistenza, Re ThÚoden di Rohan e i suoi vinsero la battaglia, e permisero ai Dunlandiani sopravvissuti di tornare alle loro case. In cambio della clemenza, i Rohirrim richiesero la cessazione di ogni ostilitÓ, e la ritirata dei Dunlandiani oltre il fiume Isen.
Tuttavia, tregue a parte, il sangue Dunlandiano rimane tuttora facilmente incline al brigantaggio e alla corruzione, tant'Ŕ che Ŕ raro vedere fuori dal Dunland, a Gondor o a Rohan, un dunlandiano che non sia parte di una banda di malviventi che vivono e si nascondono fuori dei villaggi.

Allineamento generico: Neutrale/Malvagio - Caotico/Malvagio

___________________________________________________________

Uomini dell'Eriador

Essenzialmente discendenti o miscugli di etnie miste tra uomini dell'Arnor ed abitanti delle regioni a sud-est della Contea. Popolano le cittadine di Brea ed alcuni villaggi lungo il Brandivino ed ai margini del Bosco Cet. Sono perlopi¨ contadini, agricoltori, cacciatori, pescatori e vagabondi che hanno preferito vivere in piccoli villaggi, raccogliendo i cocci degli antichi splendori del Regno di Arnor, e di cittÓ come Annuminas e Fornost.
Non Ŕ possibile descrivere con precisione le loro fattezze, data la varietÓ. Sono molti i vagabondi dell'Eriador che hanno raggiunto Minas Tirith, e non sono pochi quelli che hanno dimostrato il loro valore lavorando e prestando i pi¨ svariati servigi. Alcuni si sono arricchiti per poi tornare nelle loro tranquille e verdi terre del nord ovest.

Allineamento generico: Neutrale/Neutrale.